Professionalità, Innovazione e Disponibilità

Indirizzo:

Via San Giobatta 21 - 16011 - Arenzano (GE)

Valutazione Gnatologica

La valutazione gnatologica è eseguita da medico specialista con test chinesiologici dinamici:

L’esame odontoiatrico nel paziente sportivo consiste nella valutazione della simmetria dei muscoli craniofacciali, dell’occlusione e della funzionalità dell’articolazione temporomandibolare: l’equilibrio della muscolatura craniofacciale è di fondamentale importanza per la stabilizzazione della testa (apparato visivo-vestibolare), presupposto per un efficace e coordinato gesto atletico.

Una scorretta occlusione può creare disequilibri a livello dei muscoli facciali e cervicali, come massetere, temporale e sternocleidomastoideo e ad inviare carichi asimmetrici alle articolazioni temporomandibolari. Tale quadro disfunzionale può influire negativamente sulla stabilizzazione del comparto testa-collo e ridurre quindi l’efficacia del gesto sportivo, alterando la funzionalità propriocettiva dei sistemi neuromuscolari. 

La valutazione gnatologica del paziente sportivo prevede una visita clinica con l’esame del cavo orale alla ricerca di possibili patologie dentali infiammatorie/nocicettive, l’analisi dell’occlusione per valutare la presenza di malocclusioni e della funzionalità dell’articolazione temporomandibolare. Alla visita clinica seguirà l’analisi elettromiografica della muscolatura craniofacciale.

L’esame elettromiografico permette di evidenziare i disequilibri antero-posteriori e laterali dovuti ad un reclutamento differenziale dei muscoli masticatori (massetere-temporale + sternocleidomastoideo).

Una scorretta occlusione provoca carichi asimmetrici sulla muscolatura e sull’articolazione temporomandibolare alterando il sistema input/output propriocettivo con conseguenti compensi posturali della testa accompagnati da contratture e trigger point. 

La possibilità di bilanciare l’occlusione e simmetrizzare la funzione muscolare sotto guida elettromiografica, anche con l’aiuto di dispositivi intraorali personalizzati come bite e paradenti, ci permette di individuare la posizione occlusale terapeutica durante il gesto sportivo, massimizzando la propriocezione dei sistemi neuromuscolari. 

La mancanza di stabilità occlusale può creare una dissipazione energetica paragonabile allo perdita del piede di appoggio e un disquilibrio tra muscoli agonisti ed antagonisti, alterando quindi il sistema esecuzione-controllo-correzione del gesto atletico.

L’applicazione di un dispositivo intraorale, biteo paradenti, disegnato e bilanciato sotto guida elettromiografica,  creerebbe la stabilità occlusale necessaria per evitare la dissipazione di energia, aumentando così l’efficacia del sistema propriocettivo esecuzione-controllo- correzione con un conseguente migliore e simmetrico reclutamento delle fibre muscolari.

Torna alla Home

Valutazione Gnatologica

Valutazione Gnatologica